Citizen science al Parco Fluviale

Da oggi possiamo tutti contribuire ad accrescere le conoscenze naturalistiche del parco in poche semplici mosse!

La Citizen Science

Una osservazione al Parco fluviale

La Citizen Science, o scienza dei cittadini, consiste nel coinvolgere il pubblico in progetti scientifici per la raccolta e analisi di dati relativi al mondo naturale.

I progetti possono spaziare dall’astronomia all’ecologia passando dalla biochimica alla climatologia, quello che li accomuna è la possibilità per gli scienziati di disporre di un numero elevato di dati distribuiti su vaste aree geografiche.

Inoltre permette ai cittadini di conoscere il territorio, i suoi processi e problematiche e come queste possano essere studiate e misurate per prendere decisioni politiche consapevoli di gestione del territorio.

Uno degli aspetti che rende così interessante la Citizen Science è proprio la sua capacità di legare un’autentica ricerca scientifica con l’educazione ambientale.

iNaturalist

iNaturalist è una piattaforma web che si basa sul concetto di Citizen science.  Si possono condividere le proprie osservazioni naturalistiche e, in modo simile agli altri social network, si può interagire con studiosi e appassionati di tutto il mondo che possono suggerirci o convalidare l’identificazione dell’organismo che abbiamo osservato.

Oltre ad essere un potente strumento per accrescere le nostre conoscenze in campo faunistico e floristico i dati presenti su questo database possono essere utilizzati dai ricercatori per acquisire dati importanti per lo studio e la conservazione della natura.

L'esperienza del Parco

Statistiche osservazioni del Parco fluviale

I volontari del Servizio Civile Nazionale, dalla primavera 2017, si sono cimentati nell’utilizzo di iNaturalist creando il progetto del Parco Fluviale Gesso e Stura. Il progetto va così ad aggiungersi a quello di altri Parchi Regionali e Nazionali che hanno visto in questa piattaforma la possibilità di condividere e acquisire dati che sono indispensabili per pianificare azioni di conservazione.

Durante le numerose uscite in campo sono state fotografate e identificate farfalle, libellule, coleotteri ma anche ricci, rane e funghi. Le osservazioni sono state validate e certe volte corrette da studiosi della zona, colleghi di altri parchi ma anche da utenti stranieri.

La possibilità di inserire comodamente i dati e di avere un feedback quasi istantaneo sulla specie osservata hanno portato ad avere una differente attenzione e curiosità verso tutte le forme di vita soprattutto quelle di solito meno considerate ma più facilmente fotografabili anche solo con uno smartphone.

Cosa puoi fare tu

Proprio come hanno fatto i volontari, ogni volta che passeggi per il parco fatti incuriosire dagli animali e dalle piante che ti circondano e inserisci nel progetto del Parco Fluviale Gesso e Stura le tue osservazioni. Se non sai di cosa si tratta, niente paura, basterà inserire una categoria generica, ad esempio “farfalla” “insetto” “mammifero” e sarà la community di iNaturalist a suggerire la specie di cui si tratta.

Nel tempo potranno accrescere le conoscenze sulle specie presenti nel parco e sulla loro distribuzione.
I dati potranno essere usati per sviluppare ricerche più approfondite e nella pianificazione di azioni di conservazione.

Uniche regole sono non mettersi in pericolo e non arrecare danno all’ambiente e alle specie per poterle fotografare. Bisogna quindi evitare di maneggiare gli animali o disturbarli in nidi e tane.

Poche istruzioni

Partecipare al progetto è semplicissimo. Ecco i passaggi da seguire:

  • Andare sul sito www.inaturalist.org e creare un account.
  • Scaricare l’App gratuita per poter inserire i dati direttamente in campo anche senza connessione (i dati verranno salvati e caricati successivamente). In alternativa i dati possono essere caricati da pc utilizzando il sito web.
  • Quando decidi di fare una segnalazione attiva il GPS e scatta una o più foto.
  • Nell’applicazione clicca su “Aggiungi Osservazione” e carica la foto controllando di aver compilato i dati richiesti, in particolare data e posizione GPS. Nel campo “Aggiungi ai Progetti” inserisci Parco Fluviale Gesso e Stura.
  • Video di presentazione