Crocetta

  • Planimetria area 1
  • Planimetria area 2
  • Area umida

I lavori di miglioramento naturalistico (svolti nel 2010) hanno interessato un’area di circa 5 ettari, in località Crocetta, nei pressi di Cascina Brignone. L’intervento, di natura agronomico-forestale e paesaggistica, ha riguardato due superfici: entrambe attraversate dalla pista ciclabile. Le due aree sono diverse tra loro sia per la forma sia per la parte verde rilevata. La prima, stretta, lunga ed irregolare, è per lo più a prato con soprassuolo arboreo discontinuo, in filari o piccoli gruppi, talvolta produttivo. La seconda, larga e regolare, è coperta da una fitta vegetazione arborea d’invasione a frassino.

Le proposte progettuali sono derivate sia da considerazioni di carattere naturalistico legate all’opportunità d’interventi di ripristino, valorizzazione e conservazione delle risorse naturali, sia da considerazioni di carattere funzionale legate all’utilizzo finale del sito.

Sulla prima area, insieme ad operazioni colturali, a finalità paesaggistica ed ambientale, sono stati realizzati lievi movimenti di terra, trasemina d’essenze erbacee naturali, ampliamento del canale irriguo e sua parziale impermeabilizzazione (formazione di un’area umida lineare), messa a dimora d’essenze arboree autoctone (querce e carpini), anche in filari lungo la pista ciclabile esistente. Altri interventi hanno riguardato la funzione d’utilizzo pubblico tra cui il tracciamento di un sentiero in ghiaia inerbita, l’ubicazione di un piccolo maneggio per cavalli: scelta giustificata dalla vicinanza col centro ippico Costantino (cascina Brignone).

La seconda area ha una funzione prevalentemente didattica. Gli interventi puntuali di gestione volti alla conservazione, al miglioramento ed alla riconversione a querco-carpineto, sono stati orientati all’uso finale dell’area a scopo turistico, didattico e pedagogico. È stata costruita una passerella di legno attraverso il bosco, provvista di opportune aree di sosta con pannelli esplicativi: il bosco si trasforma in organismo vivente, un educatore naturale, il cui insegnamento è prezioso per la comprensione di concetti quali la tutela e la sostenibilità ambientale.

Infine, il progetto ha previsto anche la sistemazione della viabilità d’accesso all’area dal viale Federico Mistral, con il rifacimento della carreggiata, danneggiata, nel tempo, dagli eventi meteorici.