Orto didattico

  • Attività didattica all'orto - 1
  • Attività didattica all'orto - 2

Nato nel 2007 - lo stesso anno di istituzione dell’area naturale protetta cuneese - l’Orto didattico è una delle prime strutture dedicate all’educazione ambientale che sono state realizzate dal Parco fluviale Gesso e Stura. E, come un seme che con le giuste cure germoglia e si sviluppa, così l’orto è via via cresciuto, diventando sempre più bello e ricco di biodiversità, grazie anche alle manine dei tanti bambini che si sono susseguiti nella gestione delle sue aiuole e degli spazi che lo caratterizzano.

Nel 2012 si è ulteriormente ampliato, arrivando a ospitare ben dodici aiuole (di cui una rialzata per permettere anche a bambini e ragazzi su sedia a rotelle di dedicarsi all’orticoltura), un laghetto, una zona coltivata a frutteto e una serra, con annessi semenzaio, vivaio e aiuole per i macerati.

Nell’area, delimitata da arbusti delle specie autoctone del Parco, trovano inoltre spazio due pergolati su cui crescono vitigni e piante rampicanti, tre casotti per la custodia degli attrezzi, due compostiere e una lombricompostiera per la raccolta di rifiuti vegetali e organici e la produzione di concime naturale.

Tra le tante particolarità dell’orto, spiccano l’angolo delle erbe aromatiche e l’aiuola delle essenze attrattive per le farfalle, che così come le numerose casette e tane artificiali appositamente collocate al suo interno, attraggono e ospitano numerose specie animali.

Un vero e proprio laboratorio all’aperto, dunque, in cui è possibile mettere in pratica le tecniche della coltivazione biologica, conoscere i cicli delle stagioni, imparare a prendersi cura di altri esseri viventi e raccogliere infine i frutti del proprio lavoro… Tutto questo - e tanto altro ancora - in compagnia dei propri amici e a diretto contatto con la terra e la natura, in un ambiente unico tutto da scoprire!

Progetto

Planimetria orto didattico

L’area oggetto d’intervento è una fascia stretta ed allungata delimitata ad est dalla vasta area destinata ad orti urbani, e ad ovest della pista ciclabile, oltre la quale sono collocati gli impianti sportivi del Parco della Gioventù.

Su tale area sono stati pensati una serie di interventi finalizzati:

  • all’allestimento paesaggistico, per valorizzare un’area già attualmente frequentata;
  • alla creazione di strutture didattiche di approccio alla natura;
  • alla realizzazione di nuovi percorsi pedonali differenziati dalla viabilità esistente, dedicata prevalentemente alle biciclette.

L’allestimento paesaggistico consiste nella messa a dimora nel tratto a nord, compreso tra la pista ciclabile ed il rilevato di protezione idrogeologica, d’impianti massivi di specie erbacee e graminacee alternate a masse arbustive di salici.

Nella parte centrale dell’area è allestito un orto didattico, in continuità con superfici seminate a prato fiorito e a frutteto. Nella parte più a sud dell’area è presente un “torrente di ciottoli” che rappresenta il tipico ambiente del torrente Gesso: un letto di sassi alternato a masse arbustive di salici.

Gli orti didattici rappresentano sia un allestimento paesaggistico sia una struttura didattica a servizio di scolaresche (molto facile l’accesso dal centro cittadino), amatori e professionisti delle coltivazioni orticole. Non si esclude inoltre la possibilità futura di realizzare, in prossimità del “torrente di ciottoli”, un allestimento didattico sulla dinamica fluviale.

Un percorso pedonale si stacca dalla attuale pista ciclabile in corrispondenza delle quote 508,20 (m s.l.m.) e 509,80 (m s.l.m.) per raggiungere l’ingresso degli orti. Una pista campestre si sviluppa lungo tutta l’area attraversando il prato fiorito ed i frutteti e lambendo gli orti. Ha uno sviluppo di circa 1.000 m, offrendo la possibilità di praticare allenamenti e competizioni sportive ma anche fitwalking lungo un percorso con cippi misuratori.

La soluzione prescelta è motivata dalle caratteristiche intrinseche dell’area:

  • la facile accessibilità e la presenza di parcheggi e strutture di servizio ad attività sportive;
  • la sua posizione fortemente panoramica.

Il tema degli orti, numerosissimi ed attivamente coltivati al di là del rilevato, così come la presenza del torrente Gesso, “il fiume di pietre”, sono i temi – guida del progetto di risistemazione paesaggistica dell’area.