NAT.SENS. - Naturalmente, a spasso con i sensi

Banner progetto NatSens

NAT.SENS. si pone l'obiettivo di creare una rete transfrontaliera di percorsi sensoriali per attrarre un turismo di scoperta, ludico ed esperienziale che educhi al contatto con la natura, creando nuove forme di eco-turismo alla portata di tutti e fruibili in tutte le stagioni dell'anno.

Il progetto è cofinanziato dall'Unione Europea nel quadro del Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020, asse 3 "Attrattività del Territorio" – o. s. 3.1 "Patrimonio naturale e culturale" – attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) – per un importo totale di € 1.234.246,75 suddiviso tra i 4 partner.

Partner del progetto NAT.SENS:

  • Ente di gestione delle Aree protette dei Parchi Reali Venaria Reale - Parchi naturali La Mandria e Stupinigi
  • Città di Cuneo - Parco fluviale Gesso Stura
  • Arnica Progettazione Ambientale società cooperativa - Torino
  • AAPEI d'Annecy Esat La Ferme de Chosal – Copponex, Haute Savoie

Il progetto prevede nello specifico la realizzazione di tre percorsi sensoriali in altrettante località del territorio transfrontaliero (uno in Alta Savoia e due in Piemonte), che si andranno ad aggiungere a quello già presente a Morgex in Valle d'Aosta.

Alla creazione dei percorsi si aggiungono l'ideazione di laboratori e le animazioni, volti a incrementare l'offerta turistica presente sul territorio con una proposta innovativa, sostenibile e duratura nel tempo, finalizzata ad allargare il bacino del pubblico che già oggi frequenta il territorio transfrontaliero. NAT.SENS. si propone di creare una nuova offerta di turismo sostenibile in un momento storico in cui sta crescendo la domanda di turismo "verde" accessibile e attento ai valori del territorio e dell'ambiente.

Un ulteriore obiettivo del progetto è creare un'attiva cooperazione transfrontaliera attraverso la rete dei percorsi sensoriali:

  • Parchi reali – La foresta in punta di piedi
  • Parco fluviale – Un fiume di emozioni
  • Ferme de Chosal – Una fattoria da vivere
  • Morgex – La montagna ai tuoi piedi

Mettere in comune le metodologie di lavoro e le differenti esperienze dei vari partner italiani e francesi, nonché i relativi territori, consentirà di proporre un'offerta turistica accessibile a tutti, innovativa e sostenibile.

All’interno del percorso sensoriale del Parco fluviale Gesso e Stura il visitatore potrà sviluppare un contatto diretto ed emozionale con la natura – e in particolare con l’elemento dell’acqua – attraverso i sensi per scoprirne forme, colori e consistenze. Sono previste stazioni sensoriali e sentieri da percorrere a piedi nudi (barefooting); idonei accorgimenti ne garantiranno la fruibilità da parte di tutti, comprese famiglie con bambini, anziani e persone con specifiche disabilità visive e motorie. Il percorso potrà inoltre oltre ospitare specifiche attività di riabilitazione sanitaria e post operatoria.