News

Convegno sull’osservazione degli animali del parco

AVVISTATO! Convegno sull’osservazione degli animali del parco

14 dicembre 2006

Lepri, cinghiali, caprioli, fagiani, farfalle, aironi, martin pescatori, picchi rossi, sono solo alcuni degli animali che si possono rintracciare nel parco fluviale di Cuneo sia con l’osservazione diretta, sia in modo indiretto mediante le tracce che lasciano nell’ambiente naturale. Di questo si è parlato nel convegno di ieri sera, giovedì 14 dicembre, organizzato dall’Assessorato all’Ambiente e Territorio del Comune di Cuneo, nell’ambito dell’attività di promozione del territorio fluviale.

Un primo intervento, a cura della dott.ssa Chiara Gerbaudo, ha riguardato le farfalle perchè nel corso dell’estate scorsa è stato condotto uno studio che ha dato risultati estremamente interessanti: uno per tutti è che sono state rinvenute ben 52 specie di Lepidotteri diurni, alcune anche di interesse comunitario.

Con la dott.ssa Mara Calvini si è passati a parlare di tracce per scoprire gli innumerevoli e curiosi segni lasciati nell’ambiente da varie specie di mammiferi e uccelli: non solo impronte da osservare preferibilmente nel fango o sulla neve, ma anche escrementi, borre, tronchi o rametti rosicchiati sono indizi del passaggio di ben precise specie di animali.

Infine Luca Giraudo dell’Associazione CuneoBirding ha affrontato il tema dell’osservazione degli uccelli che appassiona tante persone. Nel parco troviamo zone particolarmente ricche di avifauna e quindi privilegiate per avvistamenti d’eccezione.

Per permettere ai più curiosi di avvicinarsi al mondo degli uccelli, l’Associazione Cuneobirding e il parco fluviale di Cuneo organizzano per la primavera del 2007 un corso di birdwatching, dedicato a chi si affaccia per la prima volta all’osservazione degli uccelli selvatici. Saranno affrontati i vari aspetti legati all’identificazione degli uccelli, alla loro biologia, al comportamento e alle loro preferenze ambientali, allo scopo di delineare un quadro semplice ma esaustivo della vita di questi animali.

Condividi |