News

Pista per sci di fondo

Nel parco fluviale battuta una pista per sci di fondo

09 January 2009

Le abbondanti nevicate di questo inverno hanno trasformato l’ambiente fluviale in una distesa bianca, estremamente invitante per escursioni con racchette da neve o sci di fondo e già nei giorni scorsi sono stati tanti gli appassionati che ne hanno approfittato. Del resto lo sci lungo i fiumi è una vera tradizione per i cuneesi che in passato praticavano regolarmente lo sci di fondo nei tratti pianeggianti e addirittura lo sci di discesa a ridosso dei bastioni della città, specie sul versante dello Stura.

L’ipotesi di battere la pista per lo sci di fondo, che già da metà dicembre era in cantiere, ma resa impraticabile a causa della difficoltà di reperire un battitore, ha potuto diventare realtà grazie alla collaborazione della Società Gesam s.r.l. di Entracque che ha appunto fornito làattrezzatura, mentre la motoslitta è stata concessa per l’occasione da Lino Moto di San Rocco Castagnaretta.

Il percorso di circa 7 km è costituito da un binario per la tecnica classica che consente di effettuare una facile escursione naturalistica lungo il greto del torrente Gesso, dalla zona degli impianti sportivi di Parco della Gioventù fino all’area attrezzata sotto il Santuario degli Angeli. Il tracciato battuto si collega anche all’anello della pista artificiale di sci di fondo che per l’occasione è stata messa a disposizione gratuitamente dalla G.I.S. Gestione Impianti Sportivi. Lo stesso impianto, opportunamente illuminato, rimarrà aperto anche in notturna fino alle 22 nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, sempre con ingresso gratuito.

“Un’opportunità da non perdere - afferma l’Assessore all’Ambiente e Mobilità, Guido Lerda - per godersi la bellezza del parco anche in pieno inverno. Il percorso essendo pianeggiante è davvero alla portata di tutti, famiglie con bambini, anziani e principianti. Chi preferisse invece una semplice passeggiata a piedi o con le racchette da neve potrà effettuare un percorso parallelo, opportunamente indicato, in modo da non danneggiare il fondo per lo sci”.

La zona del Parco della Gioventù, punto di partenza consigliato, dispone di un ampio parcheggio auto e di un punto ristoro presso le piscine comunali.

Condividi |