News

Invito all'inaugurazione

La parete di arrampicata

Il laghetto per le canoe

Ri-Nasce l’area attrezzata delle Basse di Stura del Parco fluviale Gesso Stura

25 giugno 2010

Sono ormai alla conclusione i lavori per la riqualificazione dell’area attrezzata delle Basse di Stura, angolo molto particolare del Parco fluviale Gesso e Stura per la sua vicinanza al cuore della città raggiungibile all’altezza del Foro Boario da Via Basse Sant’Anna. Nuove attrezzature sportive e per il tempo libero sono state realizzate e costituiranno il Polo canoistico di Cuneo, “Le basse - nonsoloacqua”, gestito dal Club Cuneo Canoa. L’inaugurazione dell’area si terrà sabato 3 luglio.

Alle 16.30 di sabato, la cittadinanza potrà partecipare alla festosa sfilata che verrà allietata da giocolieri, artisti di strada e da due gruppi musicali locali - i Bruskai e i Taluna - e che partirà da Piazza Audifreddi per raggiungere la pedancola Vassallo. Attraverso quest’ultima si accederà all’area dove, alle 17.30, inizierà la cerimonia ufficiale alla presenza delle autorità, con taglio del nastro e brindisi. Una merenda sinoira offerta a tutti i presenti, spettacoli e musica sono previsti nell’area fino a sera.

Domenica 4 luglio, a partire dalle 14, si avrà anche la possibilità di provare gratuitamente le canoe con l’assistenza degli istruttori del “Cuneo Canoa”, nonchè la parete d’arrampicata e tutte le altre attrezzature sportive.

Con la riqualificazione dell’area attrezzata delle Basse di Stura si è cercato di potenziare quelle modalità d’uso che ne valorizzano le peculiarità e al contempo servono a migliorare la qualità della vita dei cittadini, visto il facile accesso. La già citata area è stata infatti ampliata e si sono sostituiti gli alberi infestanti e quelli ormai morti con piante autoctone, al fine di garantire la naturalità dell’ambiente. I cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti sono stati collocati in una zona appositamente creata e circondata da una recinzione in legno che riduce al minimo l’impatto visivo e ambientale.

Nella rinata area attrezzata è possibile praticare diversi sport. Una parete multipla d’arrampicata campeggia, come un grande albero stilizzato, nella piazzetta interna del Polo; un campo regolamentare da Beach Volley costeggia la riva del fiume mentre due campi da bocce fiancheggiano l’area verde. Nelle adiacenze del nuovo bar si possono poi noleggiare gratuitamente le mountain bike del Parco. Il “Cuneo Canoa” mette a disposizione degli sportivi gli spogliatoi del Club.

Per chi invece vuole godersi il paesaggio fluviale in totale relax, oltre all’area preesistente, attrezzata anche con i giochi per i più piccoli, troverà una spiaggia lambita dalle acque del fiume, con possibilità di noleggiare sedie a sdraio e di connettersi gratuitamente a internet grazie al Wifi.

Nell’intera area il “Cuneo Canoa” gestirà le attività sportive, i corsi di canoa di tutti i livelli e per tutte le età (con uscite anche su altri corsi d’acqua del Cuneese), quelli d’arrampicata, il noleggio dell’attrezzatura per pagaiare, delle bocce, delle sdraio, delle mountain bike, le prenotazioni dei campi, i momenti musicali e i luoghi di relax, inclusi i punti di ristoro, ricavati - questi ultimi - nella sede rinnovata ed ampliata del Club.

La ristrutturazione dei locali dell’associazione ha infatti permesso la realizzazione di un bar e di un piccolo ristorante. È questo un angolo che offre un’atmosfera davvero “cool”, data, tra l’altro, dal rivestimento esterno in legno e acciaio e dalla tettoia che ospita pure un piccolo palco: l’idea è in effetti anche quella di organizzare dei piccoli concerti di musica acustica, feste e cene a tema.

Nelle settimane che verranno, dietro al bancone del bar si potrà incontrare il Signor Elio Quaranta, ex titolare del rinomato Bar Elio, che con entusiasmo intende accompagnare i primi nuovi passi del Polo con la sua lunga e brillante esperienza. Dalla cucina usciranno invece i piatti che Federica Sorba preparerà prestando un’attenzione particolare alla qualità degli alimenti e offrendo la possibilità anche ai vegetariani e a chi soffre di intolleranze alimentari di poter godere di questo luogo.

Il progetto prevede la realizzazione di un piccolo lago creato grazie ad una traversa fluviale temporanea, che sarà formata portando in loco una ridotta quantità di materiale ghiaioso presa dal fiume stesso - e dunque completamente rispettosa dell’ambiente - e che garantirà non solo acque placide per lo sport, ma anche deflusso idrico e risalita ittica. I lavori saranno realizzati non appena le condizioni idrauliche del fiume Stura lo consentiranno. Questo laghetto è stato concepito per offrire la possibilità di approcciarsi al fiume in maniera rispettosa, ma anche attiva; in questo contesto la disciplina della canoa, proposta nell’area dal “Cuneo Canoa”, rappresenta un’interessante e rinnovata modalità di dialogo con il fiume, possibile sin dall’infanzia.

I lavori di tutta l’area sono complessivamente ammontati a circa un milione di euro: per il 60% finanziati dalla Regione Piemonte, nell’ambito del finanziamento turistico, e per la restante parte dal Comune di Cuneo. Il progetto è stato realizzato dallo Studio Ferrari-Giraudo di Cuneo, con la supervisione degli uffici del Parco fluviale. La realizzazione è stata condotta dalla ditta F.lli Negro di Arma di Taggia e dalla ditta Massucco di Cuneo.

In occasione dell’inaugurazione si consiglia di parcheggiare in città e prendere la navetta messa a disposizione dal Parco/Comune in piazza Foro Boario a partire dalle 17.00. Per ulteriori informazioni rivolgersi al Parco fluviale Gesso e Stura tel. 0171.444501 (orario d’ufficio escluso venerdì pomeriggio), e-mail: parcofluviale(at)comune.cuneo.it oppure direttamente al Polo canoistico “Le basse - nonsoloacqua”: cell. 327.6665119, 329.0234128, e-mail: info(at)lebasse.it. Per conoscere i tanti eventi in programmazione al Polo: sito Le basse. Si ricorda, in particolare, venerdì 16 luglio dalle 17.00 alle 19.30, il laboratorio creativo-didattico organizzato dal Parco fluviale, A “caccia” di natura con Mariarosa bambina curiosa, per bambini dai 5 ai 10 anni con iscrizione obbligatoria e partecipazione gratuita. Per informazioni su quest’appuntamento rivolgersi al Parco fluviale.

Condividi |