News

Carovana Balacaval alle Basse: musica e danze

Carovana Balacaval in viaggio - 1

Carovana Balacaval in viaggio - 2

Il Parco fluviale Gesso e Stura saluta la Carovana Balacaval

27 July 2011

Il Parco fluviale Gesso e Stura ha salutato la Carovana Balacaval, dopo una settimana di sosta nel Parco, tra musica, danze, animazione, laboratori creativi e tanti momenti di incontro e convivialità.

Domenica mattina la Carovana, composta da quattro carrozze trainate da cavalli con a bordo artisti e musicisti, è ripartita in direzione della Valle Stura e i cuneesi hanno potuto salutarla accompagnandola a piedi o in bicicletta per una parte del suo percorso. Partiti dal Polo canoistico Le Basse Nonsoloacqua, dove avevano sostato in questi giorni di permanenza al Parco, la Carovana ha proseguito sul Viale degli Angeli, per poi sostare per il pranzo nell’area attrezzata sottostante il Santuario degli Angeli, dove molte famiglie si erano date appuntamento per un pic nic.

Per i Balacaval quella al Parco è stata una settimana ricca di avvenimenti: ogni sera concerti, danze ed animazione itinerante, anche in occasione dell’iniziativa Shopping sotto le stelle promossa dalla Confcommercio Cuneo, e durante il giorno, per i bambini, laboratori gratuiti di trucco creativo, danze in cerchio e story telling.

Il progetto, promosso dall’associazione Chambra d’Òc, non è solo artistico, ma mira a realizzare una vera e propria esplorazione del territorio, in cui i momenti di incontro e convivialità sono lo strumento privilegiato. Un passaggio gradito per il Parco fluviale Gesso e Stura, di una carovana che si sposta solo su percorsi ciclopedonali e strade di campagna consigliate dagli abitanti del posto e che per realizzare il suo progetto si avvale della messa in rete di comuni, associazioni e parchi naturali. Un viaggio per sensibilizzare sul tema della mobilità lenta e la costruzione di un percorso ad alta vivibilità che porti alla riscoperta dei sentieri di campagna.

Ora la Carovana continua il suo viaggio, che nel complesso durerà tre mesi e mezzo attraversando i territori delle province di Cuneo, Torino e Asti, con l’arrivederci del Parco fluviale Gesso e Stura e la speranza che questa collaborazione possa ripetersi il prossimo anno.

Condividi |