News

Notte dei ricercatori: stand aedizione 2010

Anche il Parco fluviale Gesso e Stura alla “Notte dei Ricercatori”

21 settembre 2011

Venerdì 23 settembre si terrà a Cuneo e in altre sei città del Piemonte la sesta edizione della Notte dei Ricercatori. L’evento, promosso e finanziato dalla Commissione Europea, si svolgerà contemporaneamente in più di 300 città europee con l’obiettivo di far incontrare i ricercatori e il pubblico in un’atmosfera informale e festosa. La “Notte”, diventata ormai un appuntamento fisso per il pubblico piemontese, offrirà un ricco programma di iniziative nelle città di Cuneo, Alessandria, Biella, Novara, Torino, Verbania e Vercelli. Un’occasione speciale in cui grandi e piccoli potranno conoscere più a fondo i ricercatori e il loro affascinante lavoro.

L’evento vedrà direttamente coinvolto il Parco fluviale Gesso Stura, che vi partecipa ormai dal 2009, e che quest’anno sarà presente con uno stand congiunto insieme alle altre tre aree protette della Provincia: il Parco naturale Alpi Marittime, il Parco naturale Alta Valle Pesio e Tanaro e il Parco fluviale del Po Cuneese. Sarà l’occasione per conoscere i giovani studiosi che svolgono la loro attività nelle aree protette e scoprire, insieme a loro, il risultato delle ricerche sinora condotte. In particolare nel Parco fluviale Gesso e Stura si stanno svolgendo studi che riguardano anfibi (rane, rospi, tritoni, salamandre), libellule, lepidotteri (farfalle diurne e notturne), chirotteri (pipistrelli) e apoidei (insetti impollinatori). Ogni ricercatore illustrerà il suo lavoro, mostrando gli “strumenti del mestiere”. Non mancheranno libri, microscopi, retini professionali per farfalle, tracce animali e altro, per studiare da vicino la flora e la fauna del Parco fluviale Gesso e Stura: chi vorrà partecipare sarà condotto per mano nel mondo naturale che circonda Cuneo da esperti, che sanno interpretare e spiegare scientificamente ciò che talvolta si vive solo distrattamente. I ricercatori che collaborano con il Parco fluviale Gesso e Stura, insieme alle guide naturalistiche, saranno inoltre a disposizione per illustrare le varie attività e iniziative autunnali ed annuali del Parco.

Il Parco promuove, organizza e sostiene le attività di studio, ricerca, didattica e le attività scientifiche, ricreative e turistiche, con riferimento all’ambiente fluviale, e particolare attenzione viene data a studi e ricerche volti a valorizzare e trasmettere l’importanza di mantenere la diversità della vita sul pianeta e di tutelare ciascuna specie vivente che ne fa parte. Una tematica, quella della biodiversità, che sta particolarmente a cuore al Parco, che aderisce infatti, insieme al Parc National du Mercantour, il Parco Naturale delle Alpi Marittime, la Comunità Montana delle Alpi del Mare e altri partner italiani e francesi, al Piano Integrato Transfrontaliero (P.I.T.) denominato Spazio transfrontaliero Marittime – Mercantour: la diversità naturale e culturale al centro dello sviluppo sostenibile ed integrato. Un importante strumento di sviluppo territoriale che ha lo scopo di fare di questo spazio un ambito di eccellenza per qualità di vita e caratteristiche ambientali, puntando su sei assi tematici: Inventario biologico generalizzato; Cultura; Pianificazione e Gestione del territorio; Turismo sostenibile; Mobilità sostenibile e Educazione ambientale.

A Cuneo l’evento si terrà nella Facoltà di Agraria in Piazza Torino 3, la mattina dalle 9 alle 13 con lo “Speciale scuole”, (iscrizioni aperte sul sito www.agorascienza.it) con esperimenti, giochi e visite guidate in compagnia dei ricercatori. Poi, nel pomeriggio, dalle 17 alle 24 “La Notte” prenderà vita con laboratori, esperimenti interattivi, conferenze, performance teatrali e musica dal vivo, aperta a tutti naturalmente. Dalle 21 lo spettacolo teatrale “Il segno del chimico. Dialogo con Primo Levi”, a seguire spettacolo e intervento musicale a cura dell’Associazione Campus Granda e della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Attività collaterali saranno ospitate dalla Camera di Commercio, il Liceo Scientifico “G. Peano”, il Parco scientifico tecnologico Tecnogranda e il Consorzio di ricerca CReSO.

Per ulteriori informazioni: www.nottedeiricercatori.it/piemonte.

Condividi |