News

La serata di approfondimento

Quest’anno la giornata del Parco fluviale dedicata ai pipistrelli sarà giovedì 30 agosto

13 agosto 2012

Non poteva mancare anche quest’anno al Parco fluviale Gesso e Stura la Bat Night, a maggior ragione in questo biennio 2011-2012, “Year of the Bat”, che è stato caratterizzato in maniera particolare da tante iniziative volte a far conoscere al grande pubblico questi misteriosi animali e, soprattutto, a sfatare tutti i miti e le leggende causa di timore nei loro confronti. Al Parco fluviale Gesso e Stura, invece, la Bat Night è ormai una tradizione consolidata e uno degli appuntamenti più attesi della stagione. Quella di quest’anno, che si terrà giovedì 30 agosto, è giunta alla sua settima edizione e, come già nelle passate edizioni, si comporrà di due diversi momenti.

L’appuntamento è all’orto didattico, in via Parco della Gioventù 2 (parcheggio campi da tennis, Nuvolari). La giornata si aprirà con un laboratorio pomeridiano, alle ore 17.30, per bambini e ragazzi, durante il quale è prevista la realizzazione delle batbox, nidi artificiali che saranno poi collocati all’interno del Parco fluviale Gesso e Stura. Un gesto concreto per contribuire allo studio e alla sopravvivenza di questo animale, che in natura non costruisce il suo nido, ma utilizza ripari già esistenti, naturali o artificiali. L’iscrizione al laboratorio è obbligatoria, la partecipazione gratuita.

La vera notte dei pipistrelli inizierà invece alle ore 21, con una serata di approfondimento per conoscere da vicino questo mammifero volante. Tra le 24 specie presenti nella provincia di Cuneo, 5 sono state individuate nel Parco fluviale e inserite tra quelle di interesse comunitario. Le caratteristiche e le abitudini dei pipistrelli che vivono all’interno del Parco saranno illustrate dalla chirottologa Mara Calvini, che terrà anche il laboratorio pomeridiano per i bambini. Durante una breve passeggiata serale nel parco, la studiosa mostrerà come individuare la presenza e la tipologia dei chirotteri con l’ausilio del bat-detector, apparecchio che permette di rilevare gli ultrasuoni prodotti dall’animale. La serata, che si tiene sempre all’orto didattico, è aperta a tutti e la partecipazione è gratuita.

Si tratta insomma di due appuntamenti, per grandi e piccini, che offrono l’opportunità di considerare i pipistrelli nella loro preziosa unicità e conoscere il serio pericolo di estinzione che stanno correndo. La tutela del pipistrello è così importante che in Europa si è giunti ad un accordo internazionale, a cui ha aderito anche l’Italia. La Convenzione sulle specie migratrici dell’Unep e l’Accordo europeo per la tutela dei pipistrelli (Eurobats) celebrano il 2012 come Anno Internazionale del pipistrello. Un’iniziativa che mira ad aumentare la consapevolezza del ruolo insostituibile che questi animali svolgono nell’ambiente naturale e a sensibilizzare il pubblico in merito alla necessità della tutela.

Ogni anno, nel mondo, il settore agricolo risparmia milioni di dollari grazie al ruolo di insetticida naturale ricoperto dai pipistrelli, che hanno anche un’altra importante funzione: partecipando alla dispersione dei semi di moltissime piante contribuiscono a mantenere vitali le foreste del pianeta. La manifestazione è organizzata nell'ambito del Piano Integrato Transfrontaliero (P.I.T.) “Spazio transfrontaliero Marittime – Mercantour”, Programma Interreg. Alcotra Italia-Francia 2007-2013.

Condividi |