News

La raccolta dei giocattoli

La casa di Mamma Natale

L'animazione degli elfi

Tremila partecipanti alla sesta edizione di “Babbo Natale e l’incanto del Parco”

24 December 2012

Ottocentocinquanta bambini in due giorni, per un totale di quasi 3000 partecipanti, calcolando anche gli adulti. L’edizione 2012 di “Babbo Natale e l’incanto del Parco”, la sesta, è davvero stata da record. Lo era stata già nella prima fase, quella delle iscrizioni, con i posti esauriti in poco più di una settimana e il Parco fluviale Gesso e Stura costretto a chiudere le adesioni, nonostante i posti fossero già stati aumentati rispetto ai 600 dello scorso anno.

Quest’anno gli adulti hanno accompagnato i bambini, suddivisi in diciassette gruppi da 25 per giornata, sul percorso composto da sette tappe attraverso il magico mondo degli elfi e di Babbo Natale, tutto ambientato all’interno del Parco fluviale. Di tutti i bambini partecipanti poco più del 60% sono stati cuneesi, mentre i restanti provenivano da fuori comune e qualcuno anche fuori provincia.

Ma quest’anno il Babbo Natale del Parco è stato anche un Natale all’insegna della solidarietà, con la raccolta dei giocattoli usati in collaborazione con l’Associazione Abio (per i bambini in ospedale) di Cuneo. Sono stati raccolti circa 800 giocattoli, dato facilmente calcolabile dal momento che ciascun bambini ha firmato un bigliettino da allegare al giocattoli donati, che verranno consegnati al reparto pediatria dell’Ospedale Santa Croce di Cuneo ed utilizzati per allestire l’area accoglienza bambini del Pronto Soccorso cuneese.

Accolti da Mamma Natale che li introduceva nel mondo fatato del Natale, i bambini hanno continuato il loro viaggio magico attraverso la terra abitata da elfi e folletti, avvolta nell’oscurità e vivificata solo da misteriose sagome luminose, e hanno dovuto aiutarli in una difficile impresa: uno di loro aveva perso il suo cappello, senza il quale non avrebbe potuto dedicarsi ai preparativi per la magica notte… Portato a termine questo difficile compito, i bambini hanno potuto assistere ad uno spettacolo di marionette fatate, per poi arrivare finalmente da Natalino, l’elfo postino che ha raccolto tutte le loro letterine e si è assicurato che arrivassero nelle mani proprio di lui… Babbo Natale!

La due giorni natalizia, che quest’anno si è tenuta nel weekend, venerdì 21 e sabato 22 dicembre tra le ore 17 e le 22, è stata organizzata dal Parco fluviale Gesso e Stura e dal settore Ambiente e Mobilità del Comune di Cuneo, con il prezioso aiuto degli accompagnatori naturalistici, dei ragazzi del Servizio Civile Nazionale, che si sono occupati personalmente della parte di percorso dedicato agli elfi, una delle parti che ha maggiormente entusiasmato i bambini, e dei volontari del Servizio Civico del Comune in forza al Parco. Fondamentale anche la collaborazione del Comitato San Sereno di San Rocco Castagnaretta e del Comitato festeggiamenti Santi Coronati di Fontanelle, che insieme si sono occupati della merenda, dell’Azienda Agricola e Agrituristica Lungaserra di Chiusa Pesio, del Mago Zapotek, dei burattinai Valentina e Franco, di tutti i volontari dell’Associazione Abio di Cuneo e del Centro Sportivo Roero, gestore degli impianti.

L’evento è stato organizzato nell’ambito delle attività finanziate dal P.I.T. (Piano Integrato Transfrontaliero) sostenuto dall’Unione Europea all’interno del Programma Interreg. ALCOTRA 2007-2013.

Sulla pagina Facebook del Parco fluviale Gesso e Stura è pubblicato un album con le immagini più belle dell’evento…. Con l’arrivederci al prossimo anno.

Condividi |