News

Quaderni di educazione ambientale

Nuova pubblicazione dedicata alle farfalle e agli anfibi del Parco fluviale Gesso e Stura

31 January 2013

Visto il successo della prima edizione dei quaderni didattici riguardanti i lepidotteri e gli anfibi che popolano il Parco fluviale Gesso e Stura e alla luce dei recenti studi condotti sulla fauna, il Comune di Cuneo propone la ristampa aggiornata de Le farfalle del Parco fluviale e de Gli anfibi del Parco fluviale.

Il volume - come la prima collana di quaderni di educazione ambientale dedicata agli ambienti, alla flora e alla fauna che caratterizzano l’area naturale protetta - vuole essere uno strumento di supporto alla didattica e si rivolge in prima battuta agli insegnanti interessati ad approfondire la conoscenza del territorio locale attraverso attività teorico-sperimentali, senza ovviamente escludere gli studiosi e gli appassionati delle materie trattate.

Gli ecosistemi fluviali e perifluviali tutelati dal Parco sono infatti scrigni di biodiversità e ospitano una ricchezza faunistica e vegetazionale di particolare interesse conservazionistico, che si evince dal numero di specie attualmente censite (per quanto riguarda gli animali - tema trattato nella pubblicazione - si contano circa 200 specie di uccelli, 25 di mammiferi, 9 di anfibi, 8 di rettili, 54 di lepidotteri diurni, 27 di libellule e un numero considerevole di altri insetti e invertebrati) e che rappresenta un valore indubbio per l’educazione ambientale, oltre che una fonte inesauribile di scoperte e sorprese per chi ama la natura.

Con un po’ di fortuna, ci si può per esempio imbattere in un picchio verde al lavoro, nella rarissima farfalla Maculinea arion o in un vivace scoiattolo rosso, così come è possibile assistere al volo di maestosi bianconi e solitari tarabusi o, ancora, dei variopinti martin pescatore e gruccione.

Un patrimonio, questo, di notevole importanza, che va fatto conoscere alle nuove generazioni perché possano imparare ad amarlo e proteggerlo, condividendone e trasmettendone a loro volta la conoscenza e il rispetto.

A tale scopo si prodigano ormai da anni il Parco fluviale Gesso e Stura e l’Amministrazione comunale incaricata della sua gestione, convinti che sia prioritario avvicinare i bambini e i ragazzi ai beni naturalistici, culturali e storici locali, costituenti la ricchezza dei nostri territori e delle comunità che li abitano.

Le medesime finalità sono perseguite, a una scala maggiore, anche dal progetto A7 “Creare oggi i cittadini dell’Europa di domani: educazione all’ambiente, allo sviluppo sostenibile e al bilinguismo sul territorio transfrontaliero Marittime Mercantour” del Piano Integrato Transfrontaliero "Spazio Transfrontaliero Marittime - Mercantour: la diversità naturale e culturale al centro dello sviluppo sostenibile integrato" (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – Programma Operativo di Cooperazione Territoriale – Interreg. ALCOTRA Italia - Francia 2007 – 2013), di cui il Parco fluviale Gesso e Stura è capofila e nell’ambito del quale è stata realizzata la ristampa aggiornata del quaderno sulle farfalle e gli anfibi che popolano l’area naturale protetta cuneese.

Chi fosse interessato a ricevere copia gratuita del volume può rivolgersi al Parco fluviale Gesso e Stura, telefonando al numero 0171.444501 o scrivendo all’indirizzo e-mail Clicca per mandare emailparcofluviale(at)comune.cuneo.it; è inoltre possibile scaricare la versione digitale dal sito internet del Parco, alla pagina Pubblicazioni.

Condividi |