News

Atelier Mobile - Il cantiere

Atelier Mobile - Il padiglione finito

Un nuovo padiglione di sosta realizzato da Atelier Mobile al Parco fluviale, a Vignolo

15 September 2015

Il Parco Fluviale Gesso e Stura si è arricchito di una nuova installazione dedicata all'osservazione naturalistica e all'educazione e sensibilizzazione ambientale.
Sabato 29 agosto 2015 a Vignolo, lungo lo Stura e a fianco della Centrale Idroelettrica Fernando Olivero, è stato inaugurato il padiglione di sosta, osservazione e informazione, realizzato da atelier mobile, scuola estiva internazionale di architettura, in collaborazione con il Parco fluviale Gesso e Stura.
Il padiglione è stato progettato e costruito dal 24 al 29 agosto scorsi durante il workshop a cui hanno partecipato studenti e neolaureati in architettura italiani, cinesi e siriani, la maggioranza dei quali alla prima esperienza costruttiva, guidati dal gruppo di architetti e designer di atelier mobile, nell'area scelta come punto privilegiato di sosta di ciclisti, camminatori e cavalieri lungo il percorso che costeggia i canali irrigui storici che hanno modellato il paesaggio lungo la riva sinistra dello Stura.

La struttura è stata realizzata sotto la supervisione di falegnami specializzati utilizzando una “scatola di costruzioni” definita attraverso una fase di lavoro preliminare a cui ha partecipato in primavera e inizio estate un gruppo di studenti del Politecnico di Torino. La scatola contiene un sistema modulare  comprendente giunti a croce in compensato marino, pali di fondazione in legno mineralizzato, tavole di castagno e listelli di larice per la composizione di pannelli con diverse gradazioni di trasparenza.

Il padiglione, collocato sotto un noce e un melo nel prato a fianco della centrale idroelettrica, è uno spazio fluido che definisce aree di sosta all'ombra degli alberi con sedute poste di fronte a tre cornici che inquadrano gli elementi caratterizzanti il paesaggio circostante: la riva alberata dello Stura con le Alpi sullo sfondo, la Centrale e il canale. Le gradazioni in altezza e in trasparenza dei pannelli grigliati compongono una struttura aperta, attraversata da ombre e luci che invita alla visita e all'osservazione attenta dei luoghi. Il padiglione è predisposto per accogliere pannelli descrittivi della storia e delle caratteristiche naturalistiche e architettoniche dei luoghi che verranno allestiti nelle prossime settimane.

Il workshop è stato realizzato in collaborazione, oltre che con il Parco fluviale, con i Comuni di Cuneo e Vignolo, il Consorzio Irriguo Fernando Olivero e grazie al contributo del Politecnico di Torino (fondi per la progettualità studentesca) e della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, oltre all'appoggio e al sostegno di numerosi amici dell'associazione e della natura.

Una descrizione e illustrazione dettagliata del workshop sono disponibili su sito e blog dell'associazione:
www.ateliermobile.org
www.ateliermobile-blog.blogspot.it

Condividi |