News

Attività all'apiario

I bambini osservano le arnie

Scuole da Piemonte, Lombardia e Liguria per le attività didattiche nel Parco fluviale Gesso e Stura

27 aprile 2016

Sono sempre più numerose le attività didattiche che si svolgono alla Casa del fiume e sul territorio del Parco fluviale Gesso e Stura, incentrate sui temi della biodiversità, del paesaggio, della sostenibilità ambientale, passando attraverso l’orto e l’apiario didattico, le due strutture cardine della didattica del Parco.

Le scuole provenienti non solo dalla Provincia di Cuneo, ma anche da Lombardia e Liguria - recentemente sono stati in visita alcune classi di San Giuliano Milanese e altre da Sondrio – sono state catturate dalle interessanti proposte didattiche elaborate dagli accompagnatori naturalistici de La Fabbrica dei Suoni, cooperativa che si è aggiudicata i servizi di animazione e didattica del Parco per un triennio. Ad oggi sono oltre 130 le attività prenotate per l’anno scolastico in corso, per un totale di 235 classi e 4500 alunni che vanno dalla scuola dell’infanzia alle superiori.

Con i ragazzi delle scuole si parla di sostenibilità ambientale e di impronta ecologica, di paesaggio e geologia, di ecosistemi e biodiversità attraverso api e insetti impollinatori, di mobilità sostenibile e biciclette e per i più piccoli di cinque sensi e suoni della natura. Dunque una vasta offerta didattica che riesce a soddisfare le esigenze dei diversi livelli scolastici, inserendosi e adattandosi ai percorsi formativi sviluppati dalle singole classi.

Quest’anno sono aumentate in modo esponenziale le richieste di attività connesse al mondo delle api anche grazie a una significativa collaborazione con Slow Food – Condotta di Fossano che ha contattato il Parco per l’organizzazione di un corso di formazione per circa 50 insegnanti proprio sul tema delle api e degli insetti impollinatori. Due incontri, uno a Fossano e uno alla Casa del fiume, in cui l’agronomo del Parco fluviale, Samuele Barbero, ha trattato la biologia delle api, le analogie tra la società delle api e la società umana, l’attività di impollinazione, proponendo infine nell’apiario didattico un’esperienza a diretto contatto con le api e un laboratorio di smielatura e lavorazione dei prodotti dell’alveare.

L’opportunità di lavorare insieme è nata dall’interesse comune per questi insetti, tema dell’anno per l’iniziativa Orto in Condotta di Slow Food e ovviamente importanti per il Parco fluviale che si è appunto dotato di un apiario a scopo didattico. Al corso hanno fatto seguito una serie di richieste di gite scolastiche da parte di scuole dell’infanzia e primarie provenienti dal fossanese e dai paesi limitrofi, offrendo l’opportunità a centinaia di bambini di conoscere davvero da vicino l’affascinante mondo delle api.

La collaborazione tra il Parco e Slow Food – Condotta di Fossano pone le basi per nuovi progetti e attività di educazione ambientale da sviluppare nei prossimi anni scolastici e costituisce un altro importante tassello per il Parco fluviale Gesso e Stura che intende, fin dalle origini, tessere relazioni con i vari attori che già operano sul territorio per favorirne uno sviluppo sostenibile. Così come rappresenta un traguardo ambizioso anche quello di riuscire a convogliare nel Parco le scuole provenienti da fuori provincia e da altre regioni del Nord Italia, a significare che quest’area protetta può assumere una valenza turistica, per il target scolastico, ma non solo.

Condividi |