News

Fine del Servizio Civile: i saluti del Sindaco

Dodici mesi tra Parco, Biblioteca e Museo per i volontari del Servizio Civile in Comune

07 settembre 2016

Si sono conclusi i 12 mesi di servizio dei volontari del Servizio Civile Nazionale Volontario in forza al Comune di Cuneo, divisi su tre diversi progetti: uno al Parco fluviale Gesso e Stura, uno alla Biblioteca Civica e uno al Museo Civico.

Al Parco fluviale il team “Naturami”, composto da Clara, Gloria, Luisa e Valentina, ha portato tante idee e voglia di fare, con tutto l’entusiasmo di chi vede il Parco sotto una luce diversa. Tanta energia che si è concretizzata nella realizzazione di moltissimi progetti, di carattere anche molto diverso: dalle ricerche scientifiche, all’organizzazione di eventi, dal supporto alla didattica e alla promozione fino a veri e propri lavoretti manuali, che hanno permesso alle ragazze di mettersi in gioco anche in campi in cui davvero non pensavano di essere ferrate… Tanto lavoro che è andato ad abbellire e rendere più fruibili ed accoglienti percorsi ed aree del Parco e della Casa del Fiume.

“Abbiamo passato un anno indimenticabile collaborando con il personale del Parco tra ricerca scientifica, attività didattiche, eventi e lavori di manutenzione – raccontano Clara, Gloria, Luisa e Valentina -. In particolare abbiamo avuto la possibilità di portare il nostro personale contributo ideando, per ognuna di queste aree, un progetto: abbiamo sviluppato uno studio sulla microteriofauna del bosco di Sant’Anselmo, organizzato un evento, il Cinema al Chiaro di Luna, e realizzato dei giochi didattici a sfondo ambientale per la Casa del Fiume. Inoltre abbiamo costruito una staccionata per la nuova area umida ‘Stagni e dintorni’ lungo il percorso ciclabile lato Torrente Gesso. Un anno ricco di sperimentazioni, passione e voglia di mettersi in gioco, grazie anche a tutti i colleghi che ci hanno supportato, coinvolto e dato questa preziosa opportunità. Ci auguriamo che la bella collaborazione che si è instaurata tra noi quattro possa continuare anche in futuro e che si si riveli un anno altrettanto entusiasmante per i nostri successori”.

Per chi fosse curioso di saperne di più, sul canale Youtube del Parco è visibile un breve filmato autoprodotto proprio dai ragazzi, in cui hanno tradotto in musica ed immagini questa esperienza di dodici mesi al Parco.

In Biblioteca Civica invece Cecilia e Francesco si sono ben integrati nella gestione dei servizi, dimostrando grande disponibilità e voglia di fare. Hanno collaborato all’organizzazione di diverse attività di promozione della lettura: visite guidate delle scuole dalle materne alle superiori, spettacoli teatrali per bambini, feste di biblioteca, giornate di promozione all’aperto. Hanno collaborato alla preparazione logistica di Librinpiscina, attività estiva di promozione della lettura presso il Lido di Cuneo e alle iniziative ospitate nel Salone della Biblioteca Civica lavorando in particolar modo alla comunicazione attraverso la newsletter della Biblioteca. Hanno partecipato all’organizzazione delle giornate conclusive della 17° edizione del Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo e alla logistica della manifestazione Scrittorincittà. Hanno lavorato con i bambini, i ragazzi e gli adulti dimostrando serietà, professionalità e gentilezza. Dicono Cecilia e Francesco: “Affiancare i dipendenti della Biblioteca nelle numerose attività e collaborare in diverso modo con loro ci ha permesso di metterci alla prova, ci ha arricchito e ci ha fatto crescere molto come persone. Questa era per entrambi la prima esperienza lavorativa e siamo certi che questo anno resterà a lungo nei nostri cuori!”.

Al Museo Civico di Cuneo hanno prestato servizio per l’anno 2015 Cristina e Lorenzo, collaborando con allegria, impegno ed entusiasmo alla realizzazione di “Museo migrante”. I principali destinatari del progetto sono stati i migranti residenti a Cuneo e nel territorio circostante, per cui i volontari hanno creato un percorso museale specifico, pensato principalmente per loro. Gli altri interventi proposti (laboratori, serate tematiche, visite guidate, approfondimenti didattici, etc.) si sono collocati trasversalmente ai vari pubblici del museo, mantenendo un occhio di riguardo per le “componenti migranti” nei vari gruppi in visita, in modo da far scaturire un feedback positivo.
“La parte più stimolante, di questa esperienza - commentano Cristina e Lorenzo - è stata quella di rapportarsi quotidianamente con il pubblico sempre diverso del museo, con cui si è cercato di stabilire un contatto, per trasmettere la piacevolezza di un luogo che è di tutti i cuneesi e non solo”.

A tutti i volontari va il grazie del personale e dei collaboratori di Parco, Biblioteca e Museo e un grande in bocca al lupo per il loro futuro!

Condividi |