News

Locandina Inverno al Parco 2017

L’inverno si fa intenso con le proposte del Parco fluviale

26 January 2017

Il 2017 sarà un anno particolarmente importante per il Parco fluviale Gesso e Stura, che il 6 febbraio compie 10 anni, da quando venne istituito ufficialmente dalla legge regionale n.3/2007, anche se la sua “idea” nasce in realtà ben prima… Per celebrare la ricorrenza il Parco ha in serbo una serie di iniziative pensate ad hoc, che saranno svelate via via nel corso dell’anno.
Intanto è in uscita in questi giorni il calendario delle manifestazioni invernali del Parco, come sempre ricco di iniziative, spunti e proposte per vivere a contatto con la natura anche la stagione più fredda dell’anno.

L’Inverno al Parco si apre con una serie di laboratori per tutti i gusti e tutte le età: da Chicchirichì e Spremimenti 2.0, pensati per bambini dai 4 ai 10 anni, a Un carnevale a crepapelle, che raddoppia, con una data alla Casa del Fiume e una a Castelletto Stura.

Venerdì 24 febbraio, poi, sarà la volta di “Col naso all’insù”, una semplice escursione notturna, adatta a tutti, in occasione del novilunio. Questo primo appuntamento va in scena a Roccasparvera, ma l’iniziativa viene riproposta anche su un altro percorso il mese successivo, venerdì 24 marzo, a Borgo San Dalmazzo, verso il Monte Croce.

Pensata per chiunque voglia costruirsi un acquario, o sia curioso di scoprire come potrebbe farlo, invece, la serata di mercoledì 1° marzo alla Casa del Fiume, organizzata in collaborazione con “Un mondo di fiordi Garden” di Boves. A partecipazione libera, ma iscrizione obbligatoria.

In occasione della Festa della Donna, anche il Parco propone un’iniziativa tutta al femminile, con “La tenda rossa”: un pomeriggio dedicato a tutte le donne, senza limiti di età, per riscoprire insieme il valore del ‘cerchio di donne’ e l’importanza del passaggio generazionale del sapere femminile. Organizzato in collaborazione con Patrizia Giordanengo dell’Associazione Culturale Punta di Diamante. Con la bella stagione, nel mese di aprile, il Parco riproporrà poi, dedicato questa volte alle mamme, “Mamma Canguro”, che lo scorso anno aveva riscosso tanto successo.

Marzo continua invece con tanti altri laboratori scientifico-creativi per bambini: “Rami e mani”, “La magica scienza” e “Creta Mon Amour”.

Infine, dopo il successo dello scorso autunno alla Casa del Fiume, il Parco ripropone la mostra sull’avifauna acquatica “Il cielo sull’acqua”, che sarà esposta a Sant’Albano Stura, nei locali della scuola media, dal 10 al 12 marzo, in occasione della Fëra ed Sant’Alban.

Per concludere, non poteva mancare anche quest’anno l’appuntamento che parte in inverno per poi continuare nel corso della primavera: il corso di orticoltura bio per adulti a cura dell'agronomo del Parco fluviale. Sei lezioni teoriche e quattro pratiche in cui si scopriranno i segreti della coltivazione biologica, il suolo, le piante e la loro nutrizione, le principali malattie che possiamo riscontrare nel nostro orto e i metodi biologici di difesa da insetti e malattie. Quota di partecipazione 100 € per le dieci lezioni, 60 € per chi volesse seguire soltanto le quattro pratiche.

Infine, se dovesse arrivare, qualche proposta “in caso di neve”: facili escursioni per imparare a camminare con le ciastre, nei luoghi più suggestivi del Parco. Chi fosse interessato può segnalare la propria disponibilità con una pre-iscrizione, il Parco raccoglierà le adesioni e contatterà gli iscritti qualche giorno prima dell’appuntamento (le date saranno stabilite in base alla neve).

Per scoprire nel dettaglio tutte le attività dell’Inverno al Parco e le iniziative è possibile consultare il programma completo.

Condividi |