News

Stand sul volo animale

Descrizione dell'aereo

Descrizione del parapendio

Parapendio in volo

Grande successo di pubblico per “In volo”, lo scorso weekend alla Casa del Fiume

16 maggio 2018

Dall’aereo al parapendio, passando per l’ala di uno pterodattilo, la mongolfiera e il deltaplano: quello a cui si è potuto partecipare venerdì e sabato alla Casa del Fiume è stato davvero un viaggio a tutto tondo nell’affascinante mondo del volo, che fosse umano, animale o vegetale.

In volo. Sulle ali del vento”, organizzato da La Fabbrica dei Suoni, il Parco fluviale Gesso e Stura e la Città di Cuneo, con il contributo dell’Aeroporto di Cuneo e Total Aviation e il partenariato tecnico di Aviosuperficie Alpi Marittime e Aeroclub Mongolfiere di Mondovì, ha riscosso un buon successo di pubblico, nonostante il tempo incerto che ha interessato tutti e due i giorni di svolgimento della manifestazione. Sono state infatti oltre 800 le persone che hanno visitato quello che è diventato un vero e proprio “quartier generale” del volo: per l’occasione il giardino della Casa del Fiume ha ospitato una serie di stand in plein air dedicati a esperimenti e dimostrazioni pratiche su volo animale, vegetale e umano, un “museo del volo”, con in esposizione un aereo scuola, sacco e cesta di una mongolfiera, aquiloni, un deltaplano, un parapendio e tanto altro, più alcuni stand di realtà attive sul tema, come la Lipu di Cuneo, il Cras di Bernezzo, l’Associazione Ad Volam di Sant’Albano Stura, il Cicap Cuneo e l’Aeroporto di Cuneo. Poi, una postazione con letture, musica e arte a tema e la liberazione di alcuni volatili a cura proprio del Cras (il Centro recupero animali selvatici) di Bernezzo.

Il programma è stato molto ricco: la mattinata di venerdì e sabato è stata dedicata principalmente alle scuole, con il passaggio di 16 classi che sono state accompagnate alla scoperta dei vari stand tematici, con le spiegazioni degli esperti e la partecipazione a esperimenti e dimostrazioni. Il pomeriggio apertura al pubblico, con ancora più ampio spazio all’approfondimento scientifico, venerdì sera con la proiezione del documentario francese “Il popolo migratore” e sabato pomeriggio una conferenza incentrata sulle tre tipologie di volo affrontate durante l’evento, umano, animale e vegetale.

Un evento che ha voluto fosse anzitutto la scienza la protagonista, senza però tralasciare tutte le suggestioni che un tema affascinante come il volo porta con sé, ed è riuscito a farlo ottenendo una positiva risposta di pubblico, confermando quanto certi temi incontrino la curiosità della gente, grandi o piccini che siano.

Condividi |