News

Avvio del cantiere

Partiti i lavori per la realizzazione di un percorso multisensoriale al Parco fluviale

29 ottobre 2019

È iniziato nei giorni scorsi il cantiere nell’area del circuito protetto di ciclismo, ex pista artificiale di sci da fondo, di fronte alla Casa del Fiume del Parco fluviale, nella zona degli impianti sportivi comunali in Parco della Gioventù.

Nell’area verrà realizzato un percorso multisensoriale in cui il visitatore possa sviluppare un contatto diretto ed emozionale con la natura, e in particolare con l’acqua. L’intervento è realizzato nell’ambito del progetto europeo Alcotra “NAT.SENS. Naturalmente, a spasso con i sensi”, che si pone l’obiettivo di creare una rete transfrontaliera di percorsi sensoriali per attrarre un turismo di scoperta, ludico ed esperienziale che educhi al contatto con la natura, creando nuove forme di eco-turismo alla portata di tutti. In quest’ottica è prevista la realizzazione di tre percorsi tra Italia e Francia (a Cuneo, Venaria e Copponex) caratterizzati da stazioni sensoriali e sentieri da percorrere, anche a piedi nudi (barefooting), ciascuno incentrato su una tematica specifica: la foresta, il fiume e la fattoria. Il percorso cuneese del Parco fluviale sarà incentrato sugli elementi che compongono il paesaggio fluviale, vale a dire l’acqua, la spiaggia, il greto, il prato e il bosco. La fruizione degli spazi del percorso avverrà, nel rispetto della massima accessibilità, attraverso una rete di sentieri sviluppati su diversi livelli di difficoltà, lasciando all’utente, informato attraverso cartellonistica dedicata, la scelta basata sull’autovalutazione delle proprie possibilità.

I sentieri e le stazioni del percorso, basate sulla stimolazione multisensoriale, permetteranno al visitatore di lavorare sulla propriocezione e sull’equilibrio, con risvolti anche di tipo terapeutico e sanitario. Per questo la progettazione del percorso è frutto della collaborazione fra il Parco fluviale Gesso e Stura e l’Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo.

L’intervento, la cui fine dei lavori è prevista per la primavera del 2020, è cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Italia-Francia Alcotra 2014-2020 – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – progetto n° 1706 “NAT.SENS. Naturalmente, a spasso con i sensi”, a cui partecipano oltre al Parco fluviale, la Ferme de Chosal (Copponex, Alta Savoia), Arnica, società cooperativa di progettazione ambientale di Torino, e l’ente di Gestione delle Aree protette dei Parchi Reali La Mandria e Stupinigi, in qualità di capofila.

Condividi |