News

Riunione dei sindaci in videoconferenza

Eletti nuovo presidente e vicepresidente del Parco fluviale

21 dicembre 2020

Alessandro Dacomo è il nuovo presidente del Parco fluviale Gesso e Stura. A nominarlo, con decisione unanime, l’assemblea dei sindaci del Parco, che si è tenuta mercoledì 16 dicembre, in modalità telematica nel rispetto delle misure per il contenimento della pandemia.

“Sono felice di poter ricoprire questo incarico per i prossimi tre anni – il commento del neo-presidente Dacomo –. Prerogativa del mio mandato sarà dare priorità all’unione di intenti tra tutti i soggetti che collaborano alla gestione del Parco. Il mio auspicio è che ci possa essere una forte collaborazione tra tutte le amministrazioni, con un obiettivo condiviso da raggiungere, che sia di crescita continua ed integrazione, soprattutto delle nuove realtà”.

Dacomo, sindaco di Castelletto Stura, succede all’uscente presidente Manuel Guerra, che con il 2020 termina il suo triennio di presidenza, come previsto dalla convenzione di gestione del Parco.

“L’esperienza con il Parco fluviale è stata arricchente sotto diversi punti di vista, non solo per me ma per tutti quanti hanno partecipato a questa gestione. Siamo una grande squadra, in crescita, e ciò è un bene perché in questi anni ha permesso di valorizzare al meglio il territorio e l’ambiente naturale di tutti i nostri comuni. Il Parco in questi anni è cresciuto e il mio augurio è che riesca a crescere ancora sia come numero di comuni aderenti sia come struttura” ha detto il presidente uscente, a conclusione del suo mandato.

Nel corso della medesima assemblea, a cui partecipano i sindaci, o loro delegati, dei 13 comuni facenti parte del territorio del Parco fluviale e firmatari della convenzione (Borgo San Dalmazzo, Castelletto Stura, Centallo, Cervasca, Cuneo, Montanera, Rittana, Roccavione, Roccasparvera, Sant’Albano Stura, Salmour, Trinità e Vignolo) è stato nominato anche il vicepresidente del Parco, che sarà Ernesta Zucco, sindaca di Trinità. Una decisione importante, presa con voto unanime e fortemente voluta come segnale di apertura verso i comuni di nuova adesione alla convenzione.

“Tenevamo che a ricoprire la vicepresidenza fosse uno dei comuni che da ultimo hanno aderito alla convenzione, come segnale chiaro della volontà di iniziare a lavorare insieme più sinergicamente e per permettere loro di inserirsi più facilmente nei meccanismi del Parco” ha spiegato l’assessore al Parco fluviale del Comune di Cuneo, Davide Dalmasso.

Trinità succede alla vicepresidenza a Castelletto Stura, che aveva ricoperto tale carica nello scorso mandato.

Condividi |