CN_05 - Fondovalle Gesso

Logo progetto ReVAL

Bel percorso ad anello che da Cuneo in senso orario raggiunge la frazione di Borgo San Giuseppe e successivamente risale le frazioni lungo il torrente Gesso, passando per l’abitato della Mellana, Boves e Fontanelle da dove per un breve tratto si incontra il torrente Vermenagna sino Roccavione. Da Roccavione si abbandona la strada per Limone Piemonte (punto di incontro con il percorso Eurovelo 8) per riprendere a seguire il corso del Gesso passando per le frazioni di Brignola sino al bivio per Roaschia alle propaggini del parco delle Alpi Marittime, da dove si attraversa il torrente in prossimità di Andonno e con percorso in discesa si ritorna verso Borgo San Dalmazzo e Cuneo.

Partenza / arrivo: Cuneo Piazza Foro Boario N 44,391771° E 7.545569°.

Possibilità di parcheggio auto presso i parcheggi di testata gratuiti presenti nel Comune di Cuneo.

Dati tecnici:

  • Dislivello: 390 metri circa
  • Sviluppo totale: 41 km circa
  • Quota di partenza: 543 metri
  • Altitudine massima: 744 metri
  • Difficoltà: FACILE
  • Manto stradale: prettamente su strade asfaltate

Periodo consigliato: marzo - novembre

Comuni attraversati: Cuneo, Boves, Borgo San Dalmazzo, Roccavione, Valdieri

Roadbook del percorso: CN_05 [PDF]

Traccia GPX per il GPS: CN_05

Descrizione:

Completamente asfaltato e accessibile alla totalità dei cicloturisti l’itinerario parte dalla riqualificata Piazza Foro Boario dalla quale ci si affaccia immediatamente su Piazza Galimberti punto centrale della città di Cuneo Dalla testata SUD della piazza si imbocca la pista ciclabile di corso Garibaldi e, oltrepassato il Viale degli Angeli si imbocca la discesa di Corso Marconi

Ascensore panoramico
Ascensore panoramico

che ci porta ad oltrepassare il torrente Gesso sino a lambire la frazione di Borgo San Giuseppe dalla quale si vira in direzione SUD verso le montagne e seguendo via Bisalta si arriva a oltrepassare la strada provinciale Bovesana in corrispondenza dell’incrocio di tetto Cordero ove è presente un semaforo per ciclisti. Di qui l’itinerario si snoda nella campagna passando per Tetto Cordero, Torre Brizio e raggiungendo la frazione di Boves della Mellana. dove si trova il Santuario della Medaglia.

Santuario della Medaglia a Mellana
Santuario della Medaglia a Mellana

Dalla Mellana per stradine di campagna si raggiunge dapprima la frazione di Sant’Anna e successivamente l’abitato di Boves. Di qui si prosegue in direzione di Fontanelle, ove è ubicato il Santuario della Regina Pacis

Santuario della Regina Pacis
Santuario della Regina Pacis

e si prosegue successivamente in direzione di Roccavione, ove si incontra un tratto trafficato lungo il torrente Vermenagna sino all’abitato del paese che si raggiunge e si attraversa in direzione di Tetto Cherro prima e Brignola

Tratto tra Roccavione e Andonno
Tratto tra Roccavione e Andonno

poi sino ad arrivare al bivio per Roaschia in prossimità del sentiero per le grotte del Bandito (facenti parte del parco delle Alpi Marittime). A questo punto si attraversa nuovamente il Torrente Gesso e, all’inizio dell’abitato di Andonno, si svolta a destra dove un percorso in leggera discesa ci porta a superare gli abitati di Madonna Bruna e ci conduce sino a Borgo San Dalmazzo dove troviamo la pregevole Abbazia.

Abbazia di Borgo San Dalmazzo
Abbazia di Borgo San Dalmazzo

Dall’abitato di Borgo il percorso riprende il filo conduttore dell’Eurovelo 8, percorrendo paesaggi diversi e accattivanti, dall’alta riva della Crocetta con la possibilità di un percorso parallelo nel Parco fluviale Gesso e Stura, sino a ritornare passando per il Santuario degli Angeli,

Santuario Madonna degli Angeli
Santuario Madonna degli Angeli

nel tratto urbano cittadino di Cuneo, con arrivo al punto di partenza.

Declinazione di responsabilità

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti, inconvenienti o conseguenze dannose che possano derivare dalle informazioni divulgate (descrizioni, tracce, foto, etc.). Gli itinerari vengono percorsi sotto la completa responsabilità dell’utente. Si consiglia inoltre di verificare sempre la percorribilità delle strade.