CN_08 - Fondovalle Grana

Logo progetto ReVAL

Il percorso ad anello si estende lungo le strade secondarie del fondovalle Grana. Punto di partenza e arrivo è la cittadina di Caraglio, dalla quale il tracciato scavalca il tenue rilievo della borgata Paniale e costeggia il tratto collinare opposto dove sgorga la “fontana Oro” tra i boschi di castagni. Dalla frazione Paschera San Carlo ci si inoltra nell’aperta campagna lungo stradine silenziose. Oltre la tenuta del Palazzasso si percorre il tratto da via delle Bealere a Passatore, dove si varca il torrente Grana nel punto più a valle del percorso. Si volge verso i monti in direzione di San Bernardo, San Rocco di Bernezzo e Cervasca, dove si percorre l’ondulata fascia pedemontana tra Bernezzo, Vallera e Valgrana. Il finale in leggera discesa passa da Bottonasco tra campi coltivati e gradevoli frutteti.

Partenza / arrivo: Caraglio – Via Comitato Liberazione Nazionale N 44.414260° E 7.436112°.

Possibilità di parcheggio auto presso Via Comitato Liberazione Nazionale (piazzale del Peso) N 44.414260° E 7.436112°.

Dati tecnici:

  • Dislivello: 320 metri circa
  • Sviluppo totale: 47 km circa
  • Quota di partenza: 578 metri
  • Altitudine massima: 653 metri
  • Difficoltà: FACILE
  • Manto stradale: prettamente su strade asfaltate.

Periodo consigliato: marzo - novembre

Comuni attraversati: Caraglio, Cuneo, Cervasca, Bernezzo, Valgrana.

Roadbook del percorso: CN_08 [PDF]

Traccia GPX per il GPS: CN_08

Descrizione:

Dal piazzale del Peso all’ingresso dell’abitato di Caraglio, l’itinerario percorre una prima parte cittadina

Caraglio
Caraglio

nella quale ci si addentra nelle strade del paese in direzione della Valle Grana sino a raggiungere appena usciti dal centro abitato il bivio per la borgata Paniale. Da qui il percorso esce dal contesto urbano e con un leggero percorso in salita di qualche centinaio di metri si raggiunge il “colletto di Paniale”

Borgata Pianale
Borgata Pianale

dal quale con percorsi in discesa in mezzo al bosco passando per via Fontana Oro e borgata Migliore si arriva a incrociare la strada provinciale Caraglio –Dronero che, con attenzione, si attraversa proseguendo diritti per l’abitato di Paschera San Carlo. Oltrepassato l’abitato, dopo circa un chilometro si svolta a destra e si prosegue su una strada fiancheggiata da frutteti sino a raggiungere Paschera San Defendente. Dal centro della frazione si piega a sinistra e lungo una strada a basso traffico si prosegue in direzione Palazzasso sino ad arrivare nelle vicinanze della frazione Villata dal quale dopo un breve tratto sulla strada provinciale n. 179 in direzione Caraglio si svolta a sinistra imboccando via delle Bealere dalla quale si gode di scorci paesaggistici sulla cerchia delle montagne e si osserva in lontananza l’abitato di Caraglio con il suo Castello dal quale l’itinerario ha preso il via. L’itinerario prosegue poi svoltando a sinistra in via Macagno e raggiungendo così l’abitato di Passatore (transitando un breve tratto sulla strada provinciale n. 298 per superare il torrente Grana). All’ingresso di Passatore ci si dirige in direzione Madonna dell’Olmo percorrendo via della Battaglia sino all’incrocio con via delle Grangia da dove inizia il percorso che ci riporterà verso il punto di partenza passando per via Carbonera e via Cian sino a San Bernardo di Cervasca. Da San Bernardo si prosegue in direzione di San Rocco di Bernezzo, dove, superata la strada provinciale Cuneo – Caraglio, si imbocca via Don Astre, via Aldo Moro e via Don Peano per poi imboccare la strada per Cervasca. Da questo punto passando per il centro del paese si imbocca via Boleto e via Vanassa e si procede in direzione di Bernezzo, Superato il centro di Bernezzo (consigliata, specialmente con i bambini, una visita al CRAS  dove vengono curati numerosi esemplari di animali selvatici), all’uscita del paese in prossimità del campo sportivo si imbocca via Vallera

Via Vallera
Via Vallera

dalla quale si arriva nell’omonima frazione e con percorso a cavallo tra i boschi e campi coltivati si prosegue in direzione Roata Bacias per poi proseguire a sinistra in via Fontanile sino a raggiungere il centro di Valgrana paese alle porte della Valle omonima famosa tra l’altro per il formaggio Castelmagno. Dal centro paese si attraversa la strada provinciale per la vallata e in direzione Montemale (con il suo castello) si raggiunge la Cappella di San Bernardo (con affreschi tardo-gotici visibili all’interno della piccola aula)

Cappella di San Bernardo
Cappella di San Bernardo

dalla quale a destra si ritorna verso il punto di partenza passando ancora per le frazioni di Bottonasco e Roata Volpe.

Declinazione di responsabilità

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti, inconvenienti o conseguenze dannose che possano derivare dalle informazioni divulgate (descrizioni, tracce, foto, etc.). Gli itinerari vengono percorsi sotto la completa responsabilità dell’utente. Si consiglia inoltre di verificare sempre la percorribilità delle strade.