CN_17 - Pianura oltre Gesso

Logo progetto ReVAL

Il percorso ad anello si estende oltre il bacino del torrente Gesso e utilizza in gran parte le stradine secondarie. In uscita dalla Città di Cuneo si scende da corso Marconi al ponte sul torrente Gesso e lo si sottopassa, per poi proseguire in via Carrù e in via Piozzo arrivando alla frazione Madonna delle Grazie. Si prosegue nel Parco fluviale Gesso e Stura da via delle Isole e si effettua un ampio giro risalendo da Bombonina sottana verso Torre Acceglio sull’alta riva del bacino fluviale. Si prosegue nella campagna di Tetti Pesio e Trucchi, attraversando un breve tratto dei territori di Morozzo e di Beinette. Dopo il villaggio Colombero, zigzagando tra le frazioni, si giunge a Sant’Anna di Boves per fare ritorno a Cuneo passando da Torre Brizio e Roata Ripa di Spinetta.

Partenza / arrivo: Cuneo Piazza Foro Boario N 44,391771° E 7.545569°.

Possibilità di parcheggio auto presso i parcheggi di testata gratuiti presenti nel Comune di Cuneo.

Dati tecnici:

  • Dislivello: 290 metri circa
  • Sviluppo totale: 48 km circa
  • Quota di partenza: 543 metri
  • Altitudine massima: 577 metri
  • Difficoltà: FACILE
  • Manto stradale: prettamente su strade asfaltate con alcuni tratti sterrati.

Periodo consigliato: marzo - novembre

Comuni attraversati: Cuneo, Morozzo, Beinette, Boves.

Roadbook del percorso: CN_17 [PDF]

Traccia GPX per il GPS: CN_17

Descrizione:

L’itinerario partendo dalla riqualificata Piazza del Foro Boario a Cuneo dove si percorre il primo tratto urbano transitando nella centrale Piazza Galimberti prosegue successivamente seguendo la pista ciclabile di Corso Garibaldi e Corso Marconi che protegge l’uscita dalla città fin oltre il ponte sul Gesso e individua il proseguimento in del Borgo Gesso dove si svolta decisamente a destra imboccando un tratto sterrato in discesa che ci conduce sulla passerella ciclopedonale che sottopassa il ponte sul torrente Gesso sino a incontrare via Carrù che imbocchiamo a destra in direzione di Madonna delle Grazie. All’incrocio con via Castelletto Stura attraversiamo la strada e a sinistra, sulla pista ciclabile, ci dirigiamo verso via Piozzo che imbocchiamo con una svolta sulla destra. Il percorso in leggera salita ci porta nell’abitato di Madonna delle Grazie, che attraversiamo passando per via Tonello, via dei Lerda e via delle Rondini che, con un tratto in discesa ci conduce fuori dal centro abitato sino ad incrociare nuovamente via Castelletto Stura che percorriamo per alcune decine di metri. Troviamo a questo punto sulla nostra sinistra via delle Isole

Via delle Isole
Via delle Isole

che con un primo tratto asfaltato ci conduce nelle vicinanze di Tetto Lupo (vale la pena fare una leggera deviazione per osservare l’ambiente lacustre). Dal bivio per tetto Lupo si svolta a destra e si prosegue in direzione di Tetto Cucu, dove passando sotto il viadotto autostradale su un tratto sterrato si inizia un tratto in leggera salita che ci porta prima a Bombonina sottana

Bombonina Sottana
Bombonina Sottana

e successivamente su via Forfice ci fa ritornare su via Castelletto Stura che si imbocca a sinistra e si abbandona successivamente con svolta a destra su via Torre Acceglio posizionata sull’alta riva della sponda fluviale. Il percorso prosegue lineare sino a incrociare via Cappa che a destra ci porta a incrociare la circonvallazione Bovesana e successivamente la strada provinciale n. 422 che percorriamo con cautela per un tratto di circa 800 metri, sino ad incontrare sula nostra sinistra il bivio per la frazione di Tetti Pesio. In un paesaggio contornato da canali irrigui e filari di alberi che delimitano i campi coltivati si raggiunge la frazione di Tetti Pesio e si svolta a destra su via dei Trucchi fino al centro dell’omonima frazione. Attraversata nuovamente la strada provinciale n. 422 si prosegue, in parte su tratto sterrato,

Via dei Trucchi
Via dei Trucchi

sino a Roata Fulcheri dove si incrocia e si imbocca a destra la strada provinciale n. 42 sino a raggiungere il Santuario della Madonna della Pieve (da dove è possibile raggiungere con una breve deviazione l’area umida del fontanile detto "Il Fosso"). Si prosegue alla volta del centro cittadino di Beinette e dopo una visita al paese

Beinette
Beinette

si esce dal nucleo abitato percorrendo via Vecchia di Cuneo proseguendo su via del Pozzo sino a via Monea Oltregesso dove a sinistra con un tratto anche sterrato raggiungiamo la frazione di Villaggio Colombero. Oltrepassata la strada regionale Cuneo-Mondovi imbocchiamo via Furia in direzione del massiccio della Bisalta e proseguendo su via Cambiana raggiungiamo Tetto Baracchi. Attraversata la provinciale per Peveragno proseguiamo in direzione di  Tetto Termine proseguendo su via Funga sino a raggiungere la frazione di Sant’Anna di Boves. Di qui su via Traversagna e via Divisione Cuneense

Via Divisione Cuneense
Via Divisione Cuneense

raggiungiamo via Bisalta dove svoltiamo subito a destra in corrispondenza di Torre Brizio e a sinistra percorriamo via della Ripa da dove la veduta della città Cuneo permette di ammirare lo skyline dei campanili e delle montagne retrostanti. In breve si arriva alla porte della frazione di Spinetta, dove si svolta a sinistra in via Tetto Brignone dalla quale con un percorso sempre più in un contesto urbanizzatosi si ritorna al punto di partenza passando per piazza Torino e la riqualificata via Roma a vocazione pedonale.

Via Roma
Via Roma

Declinazione di responsabilità

Si declina ogni responsabilità per eventuali incidenti, inconvenienti o conseguenze dannose che possano derivare dalle informazioni divulgate (descrizioni, tracce, foto, etc.). Gli itinerari vengono percorsi sotto la completa responsabilità dell’utente. Si consiglia inoltre di verificare sempre la percorribilità delle strade.